La Galleria Sant’Eufemia, in collaborazione con MyMicroGallery, è lieta di annunciare ”Respiro”, una mostra a cura di Stefana Carrozzini a cui partecipano quattordici artisti provenienti da diversi paesi: Corea, Germania, Finlandia, Giappone, Italia, Norvegia, Regno Unito, Stati Uniti, Svizzera.

Si tratta di un progetto internazionale e di un concetto itinerante che coinvolge artisti dai vari linguaggi espressivi, ma che condividono la stessa sensibilità verso l’immateriale.

 

Il Respiro è l’elemento vitale per eccellenza, sottile connubio tra spirito e materia, entità di un mondo unico e indivisibile, l’alternanza durata fra onda e risacca, tra dentro e fuori.

Il Respiro è un fatto corporeo e quindi è dal corpo che partiamo in questa mostra, dal pensiero e dall’azione dall’immaginario degli artisti, che offrono diverse narrazioni visive e testuali di tale attività basica che è di tutti gli esseri umani, del mondo animale e vegetale.

 

La parola 'Respiro', dal latino respirare, è composta di re, che indica ripetizione, e spirare cioè soffiare e quando è stata ideata era una parola dotta, adatta a considerazioni di carattere medico, fisiologico. E’ poi diventata parte del lessico comune come per tutti i derivati di 'spirare' in italiano: dall'inspirare ed espirare al traspirare, dal sospirare all’ispirare e allo spirito. Apre così a meravigliosi significati figurati tra cui spiccano quelli del sollievo e della pausa.

 

Nell'agitazione il ritmo del respiro si accorcia e genera una mente inquieta, mentre nella pausa il respiro torna a prendersi il suo spazio, ad allargare il torace, ad attutire il caos; parimenti, l'oppressione dell'ansia e dell'angoscia parlano etimologicamente di ansito, di affanno, di una stretta che riconduciamo immediatamente a un peso sul respiro: comprendiamo come sia naturale intendere il respiro ritrovato, come un autentico sollievo.

 

Dalla matrice fisiologica passiamo al suo significato di corpo culturale e ideologico, cosicché abbiamo le opere di ampio e grande respiro che su diversi fronti espressivi e linguistici, si rendono grandi e presenti, hanno una voce forte, sono potentemente ispirate e donano un senso di libertà perché abbracciano la vita.

ROSASPINA BUSCARINO  (ITALIA)

GRAZIA GABBINI (ITALIA)

SIMONETTA CHIERICI (ITALIA)

MARCELLO DIOTALLEVI (ITALIA)

SUSI LAMARCA (ITALIA)

 

KENTARO CHIBA   (GIAPPONE) 

 

GRO FOLKAN   ( NORVEGIA) 

 

RITTA NELIMARKKA ( FINLANDIA) 

 

SUSY LAMARCA  (ITALIA)

 

TIZIANA PRIORI ( ITALIA) 

 

MARION SCHMIDTKE   (GERMANIA)

MARCELLO SESTITO (ITALIA)

 

YUKO SHINOZAKI (GIAPPONE) 

 

DEAN WARREN ( STATI UNITI ) 

© 2020 S. Eufemia Art Gallery  

Giudecca 597, 30133 Venice

  • Facebook